Nowotny comando

Jagdgeschwader 7

Maggiore Walter Nowotny – 258 vittorie.
Morto il 8 novembre 1944, a 23 anni.

Le lendemain, mettere in guardia!
Arrivo di una potente formazione di bombardieri americani.

Il gruppo decolla ma il caccia avanzato davanti ai bombardieri nemici è già sopra l'aerodromo.
Tremiamo per ogni Me 262 rotolando verso la pista.
L’escadrille de chasse chargée proteggere decolli e atterraggi, e che è dotato di caccia ad elica, est déjà engagée in feroci combattimenti aerei.
Cannoni Flak di piccolo calibro installati in gran numero intorno all'aeroporto, abbaiare furiosamente.
Les «Mustangs» et les « Thunderbolts» ne parviennent pas à impedire ai nostri caccia a reazione di decollare.
È comunque critico ed emozionante. Anche Nowotny è decollato.
Alla radio, nous entendons ses ordres d’attaque. Qui annuncia la sua prima vittoria, ma uno dei suoi turboreattori non funziona più. Vuole provare a tornare. Non può essere lontano. Noi usciamo. Non vediamo molto : sei decimi di nuvole.
Voici le bruit sifflant d’un Me 262. Deve essere Nowotny. On entend nettement les rafales des cannoni a fuoco rapido e mitragliatrici. Combattimento aereo ! Pochi secondi dopo, uno me 262 emerge verticalmente dalle nuvole e si schianta al suolo. L'esplosione forma una nuvola nera che sale al cielo.
C’était le dernier vol du premier commandant d’une unité de chasseurs à réaction.

estratto di : Il primo e l'ultimo – Adolf Galland –

 

Le partage c'est la liberté

1038 per sempre nei nostri ricordi

Li avevamo 1038

1038 Compagni della Liberazione

1038 di questo ordine fondato da De Gaulle

1038 liberare la Francia

1038 di cui Hubert Germain suona la fine

1038 per sempre nei nostri ricordi

Salva il paese, La vittoria ha preso (Servendo la Patria, ha vinto la vittoria)

Le partage c'est la liberté

Museo della resa di Reims

 

La Roosevelt High School non è una scuola superiore come le altre...

La Roosevelt High School oggi

 

In effeti, il SHAEF si stabilisce negli ultimi mesi di 1944 a Reims in un istituto di educazione tecnica nella massima segretezza ... Le pareti della stanza più importante, il Sala della Guerra, sono allineati con le mappe dei diversi teatri di operazioni. Sentiamo immediatamente che in questa stanza sono state prese decisioni importanti. !

La stanza della guerra, luogo di firma dell'atto di resa degli eserciti del 3° Reich il 7 Maggio 1945 alle 2:41 per la cessazione dei combattimenti 8 mai 23 h01.

 

È proprio in questo posto, il 7 Maggio 1945 alle 2:41, che gli eserciti tedeschi si arrendono ! I combattimenti devono finire il 8 Maggio 1945 alle 23:01, vale a dire in poco meno di 48 ore ! È la fine della seconda guerra mondiale in Europa…

 

 

Facsimile dell'atto di resa degli eserciti del 3° Reich e cappello del generale François Sevez che rappresentò la Francia come testimone durante la firma dell'atto il 7 Maggio 1945.
Ingresso al Museo della Resa

 

Le partage c'est la liberté

Operazione Fortezza : Juan Pujol Garcia

Juan Pujol Garcia, Aka Garbo, era un doppiogiochista che lavorava per gli alleati e più in particolare il Mi5 inglese di Londra.
Per i tedeschi porta il nome in codice Arabel e li informa dei preparativi per l'imminente sbarco in Normandia..
L'impresa di questo eccezionale agente è quella di aver fornito ai tedeschi informazioni che sembravano corrette ma alla fine inutili ed errate.
Ci credono anche se i tedeschi lo decorano con La Croix de Fer…
Ha anche ricevuto la Victoria Cross dagli inglesi , comprensibile visto che ha lavorato davvero per loro.
Pochi anni dopo la guerra scomparve in Africa. Apparentemente morto…
Negli anni 80 viene trovato vivo da un giornalista in Sudamerica.
Sacro Garbo !

Le partage c'est la liberté

Squadrone di cacciatorpediniere 26 “Horst Wessel”

Squadrone di caccia pesanti “cacciatorpediniere bombardieri”.

Squadrone di cacciatorpediniere 26 “Horst Wessel”

Fine 1943, I raid dei bombardieri alleati diventano un grosso problema per la Germania.
Come fermare efficacemente queste fortezze volanti ?

Perché non attrezzare? Messerschmitt Me 410 con una canna di grosso calibro ? Un cannone di 50 mm per esempio ?
Quindi prendiamo un cannone da carro armato Panzer III da 850 Kg, modificato per il caricamento automatico di ca. 15 scatti e installalo nel naso del dispositivo…
Ed ecco il Me 410 U4 con il suo Rheinmetall Bordkanone 5 !

Il risultato ? La cadenza di fuoco non è famosa, di 5 tiri e la canna è bloccata e non dobbiamo sperare di centrare la porta a più di 400 metri…

Altri dispositivi come il Me 262 erano equipaggiati anche con questo tipo di arma ma semplicemente come prototipi o in serie troppo piccole.

le macchine dotate di razzi che arrivano dopo avranno un risultato decisamente migliore…

Le partage c'est la liberté

2 settembre 1945 – Corazzata USS Missouri – Baia di Tokyo – Giappone.

2 settembre 1945 USS Missouri Baia di Tokyo Giappone.

Capitolazione del Giappone imperiale. Fine della seconda guerra mondiale.

Il generale Douglas MacArthur firma l'atto di resa con diversi portapenne neri tranne un Parker rosso ... Due saranno immediatamente offerti ai generali che si sono arresi nelle Filippine e Singapore dietro di lui nella fotografia. il rosso era di Jean, La moglie di MacArthur.

Le partage c'est la liberté

Wanderzirkus Rosarius

Wanderzirkus Rosarius !

1943, Il circo itinerante Rosarius era uno squadrone tedesco che volava su aerei alleati catturati.

Volare su una fortezza volante B-17, su un P-51 Mustang o uno Spitfire ha insegnato molto ai comandanti del Luftwaffe sulle prestazioni degli aerei nemici e sulle tattiche di combattimento usate dagli alleati…

Si potrebbero quindi sviluppare efficacemente contromisure tecniche e tattiche..

Possiamo usare una citazione di Sun tzu che è più di 2000 anni per riassumere il DNA stesso di questo squadrone :

"Conosci il nemico e conosci te stesso ; in cento battaglie non sarai mai in pericolo. »

P-51, Spitfire, B-17 con i colori del 3° Reich…
Le partage c'est la liberté

77esimo anniversario della liberazione di Parigi

“Parigi ! Parigi indignata ! Parigi spezzata ! Parigi martirizzata ! ma Parigi fu liberata ! liberato da se stesso, liberato dal suo popolo con l'aiuto degli eserciti di Francia, con il supporto e l'assistenza di tutta la Francia, dalla Francia che sta combattendo, dalla sola Francia, dalla vera Francia, dell'eterna Francia.”

Le partage c'est la liberté